Σάββατο, 1 Απριλίου 2017

La Mind Diet, inventata dall’epidemiologa Martha Clare Morris, comprende almeno tre porzioni di cereali integrali, un’insalata e un altra verdura ogni giorno, insieme con un bicchiere di vino. Ottenuti risultati confrontabili con la più antica Dieta Mediterranea nella prevenzione al morbo di Alzheimer Gli americani hanno inventato una nuova dieta, si chiama Mind Diet (dieta per la mente). Questa dieta integra 15 componenti, di cui 10 sani: verdure a foglia verde, altre verdure, noci, frutti di bosco, legumi, cereali integrali, pesce, pollame, olio d’oliva e vino e cinque insalubri: carni rosse, burro e margarina, formaggi, dolci e caramelle, fritti e fast food. La Mind Diet prevede almeno tre porzioni di cereali integrali, un’insalata e un’altra verdura ogni giorno, insieme con un bicchiere di vino. Possibili, anzi consigliati, spuntini quasi tutti i giorni con noci. Ogni due giorni invece è consigliata l’assunzione di fagioli e pollame. Almeno due volte alla settimana frutti di bosco e pesce almeno una volta alla settimana. Limitazioni forti per i cibi malsani, in particolare il burro, non più di un cucchiaio al giorno, formaggio, fritti o fast food, una porzione una volta alla settimana di uno dei tre. Seguendo questa dieta si abbatterebbe il rischio di contrarre il morbo di Alzheimer del 53%, del 35% per chi non segue la dieta in maniera così rigorosa. E se invece si preferisse seguire la Dieta Mediterranea più classica? Lo stesso studio indica che la percentuale di rischio di contrarre il morbo di Alzheimer scenderebbe del 54%. Allora perchè scegliere la Mind Diet invece della Dieta Mediterranea? Secondo l’epidemiologa Martha Clare Morris, che ha inventato la Mind Diet, la Dieta Mediterranea è troppo difficile da seguire perchè richiede l’assunzione quotidiana di pesce e di 3-4 porzioni di frutta e verdura. La Mind Diet sarebbe insomma più semplice da seguire e permetterebbe qualche concessione allo «stile americano» (fast food e fritti). Secondo la ricercatrice la nuova dieta darebbe risultati migliori anche della Dash (Dietary Approaches to Stop Hypertension), molto popolare negli Usa, che riduce il rischio del 39%. Il segreto della nuova Mind Diet? «I mirtilli sono uno degli alimenti più potenti in termini di protezione del cervello» ha detto la Morris. Anche le fragole hanno ottenuto buoni risultati in termini di miglioramento della funzione cognitiva, secondo studi precedenti. “Abbiamo ideato una dieta che ha funzionato in questo studio a Chicago – ha concluso Morris – I risultati devono essere confermati da altri ricercatori su diverse popolazioni e anche attraverso studi clinici randomizzati.”


Δεν υπάρχουν σχόλια:

Δημοσίευση σχολίου